FISIOTERAPIA

TERAPIA FISICA E RIABILITATIVA

Presso NeaClinic sono disponibili apparecchiature elettromedicali di ultima generazione, che ci consentono di effettuare prestazioni riabilitative di indubbia efficacia nel trattamento delle più comuni algie di origine artrosica e traumatica della colonna e delle piccole e grandi articolazioni. Per poter accedere alle nostre prestazioni private è necessaria solo la prescrizione medica.

Ecco i nostri trattamenti praticati:

  • Massoterapia
  • Massoterapia di Drenaggio Linfatico
  • Mobilizzazione Attiva e Passiva
  • Rieducazione Motoria
  • Esercizi Posturali Propriocettivi
  • Pedana propriocettiva Biodex*
  • Isocinetica
  • Esercizi Respiratori
  • Training Deambulatori e del Passo
  • Ionoforesi
  • TENS, Diadinamiche, Faradiche, Interferenziali
  • Elettrostimolazione esponenziale, rettangolare, ecc.
  • Horizontal
  • Tecar
  • Pronexibus
  • Onde d’Urto
  • Ultrasuoni
  • Infrarossi
  • Diatermia a micro onde
  • Laser He-Ne
  • Laser CO2
  • Laser FCZ
  • Laser Nd-Yag
  • Magnetoterapia
  • Pressoterapia
  • Ultra Violetti

Riferimenti per i vari trattamenti di terapia fisica

  • Horizontal therapy: è un’apparecchiatura elettromedicale per elettroterapia antalgica e di stimolazione ed ha applicazione in tutte le patologie a carattere artrosico, in tutte le condropatie degenerative, nel trattamento delle più frequenti patologie dell’atleta: metatarsalgia, fascite plantare,talalgia, ecc.; nei traumatismi più ricorrenti: distorsioni di ginocchio e caviglia, lussazioni di spalla, epicondiliti, ecc.; nel trattamento del dolore da osteoporosi.
  • Tecar: un sollievo dal dolore quasi immediato e la mobilizzazione dei tessuti e delle articolazioni raggiunti più facilmente. Il campo di applicazione di tale apparecchiatura è abbastanza vasto: condropatie, artrosi, distorsioni, lesioni tendinee, tendinite e borsiti, esiti di traumi ossei e legamentosi, distrazioni osteoarticolari acute e recidivanti, artralgie croniche, osteoporosi di varia natura, riabilitazione post-chirurgica.
  • Onde d’urto: consentono il trattamento non invasivo ed efficace del dolore cronico a carico dell’apparato muscolo scheletrico: tessuti molli (epicondilite, tendinite achillea, tendinite rotulea, fascite plantare); tessuti duri (spina calcaneare e piccole e medie calcificazioni); tessuti duri e piccole ossa (pseudoartrosi piccole ossa, medio-grandi calcificazioni); tessuti duri e grandi ossa (pseudoartrosi su grandi ossa).
  • Isocinetica: l’isocinetica è una metodica di valutazione e di allenamento della forza muscolare. I dati forniti dagli apparecchi isocinetici sono validi, affidabili e ripetibili e quindi è possibile eseguire confronti tra parametri relativi ad uno stesso paziente in tempi successivi o con gruppi di riferimento, valutando accuratamente il deficit di forza. Le caratteristiche dell’isocinetica sono tali per cui il paziente si trova in una situazione di completa sicurezza. La peculiarità dell’isocinetica è data dalla resistenza accomodante, che permette di fornire una sollecitazione massimale del gruppo muscolare in azione per buona parte dell’escursione articolare. Ciò determina effetti sulle capacità di forza e sul trofismo muscolare che si instaurano più rapidamente rispetto alle comuni metodiche isotoniche
  • La terapia Laser ad alta energia con Nd: Questo dispositivo ha le caratteristiche essenziali per un laser terapeutico da usare in fisioterapia e per poter effettuare terapie di successo rispettando le procedure consigliate dalla I.A.L.T. (International Association Laser Therapy). Il vantaggio evidente della EXAND TERAPIA è quello della massima efficacia terapeutica associata alla breve durata della singola terapia.
  • Laser FCZ Zimmer Opton: Particolarmente efficace in presenza di traumi, infiammazioni e stati dolorosi di diversa natura. Opton stimola sia i recettori di superficie che le strutture tessutali più profonde attraverso l’applicazione simultanea di due differenti lunghezze d’onda.
  • La BALANCE SYSTEM SD: è una Pedana Propriocettiva statica e dinamica per la Valutazione ed il Training, che valuta il controllo neuromuscolare quantificando la capacità di mantenere la stabilità dinamica posturale bipodalica e monopodalica su una superficie instabile o stabile. Il Balance System SD è utilizzato in un’ampia gamma di patologie medico sportive, ortopediche, geriatriche, fisiatriche e neurologiche.

Qualche informazione utile:

Ambulatorio Neuromotoria:

Il reparto di Riabilitazione Neuromotoria è composto da numerosi operatori con diversi anni di esperienza in tale ambito e con specifica formazione professionale nelle varie metodiche terapeutiche utilizzate in questa branca della fisioterapia, come ad esempio: Metodo Bobath, Perfetti – Puccini, Kabat, Vojta e ecc. La presa in carico ambulatoriale inizia con la consulenza da parte dello specialista di riferimento, Fisiatra e/o N.P.I., che dopo una prima valutazione, avviano eventuali indagini e valutazioni al fine di giungere ad un corretto inquadramento diagnostico, avvalendosi della collaborazione di altre figure specialistiche: Audiologo, Foniatra, Otorinolaringoiatra, Cardiologo, Ortopedico, Posturologo, Psicologo, Educatore, ecc.. Sentito il parere dei diversi specialisti l’equipe multidisciplinare, composta dagli specialisti di riferimento, dai Fisioterapisti, dall’Assistente Sociale e dal Case Manager deve pervenire alla stesura di un progetto riabilitativo da condividere con l’utente/tutore.

Neuromotoria

La riabilitazione neuromotoria riguarda il trattamento di soggetti con menomazioni del sistema nervoso centrale o periferico, dovute ad accidenti vascolari (ad es. l’ictus ischemico o emorragico), degenerazioni (ad es. il morbo di Parkinson), malattie auto-immuni (es. la sclerosi multipla), etc. Tra le conseguenze più comuni delle lesioni cerebrali e dei disordini neurologici in genere ci sono le alterazioni del tono muscolare (spasticità-distonia) e/o le retrazioni muscolo tendinee: entrambe queste menomazioni, potendo comportare un’alterazione funzionale sia del tronco che degli arti superiori e inferiori tale da limitarne l’uso nelle attività di vita quotidiana con conseguente incremento della disabilità.

Il Fisioterapista

Il Fisioterapista è l’operatore sanitario, in possesso del diploma di laurea universitario abilitante, che svolge in via autonoma, o in collaborazione con altre figure sanitarie, gli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori, e di quelle viscerali conseguenti a eventi patologici, a varia eziologia, congenita od acquisita. In riferimento alla diagnosi ed alle prescrizioni del medico, nell’ambito delle proprie competenze, il fisioterapista:

  1. a) elabora, anche in équipe multidisciplinare, la definizione del programma di riabilitazione volto all’individuazione ed al superamento del bisogno di salute del disabile; b) pratica autonomamente attività terapeutica per la rieducazione funzionale delle disabilità motorie, psicomotorie e cognitive utilizzando terapie fisiche, manuali, massoterapiche e occupazionali; c) propone l’adozione di protesi ed ausili, ne addestra all’uso e ne verifica l’efficacia; d) verifica le rispondenze della metodologia riabilitativa attuata agli obiettivi di recupero funzionale.

Il Fisioterapista si occupa del trattamento di numerose patologie acute e congenite, responsabili dei principali disordini neuromotori, tra cui:

Paralisi Cerebrali Infantili Sindromi Genetiche Ictus Lesioni del Sistema Nervoso Centrale Lesioni del Sistema Nervoso Periferico Ecc. Nel trattamento riabilitativo neuromotorio vengono utilizzate varie strategie d’intervento, tra cui: Metodo Bobath Metodo Perfetti – Puccini (Esercizio Terapeutico Conoscitivo) Metodo Kabat Metodo Vojta Ecc.

Siti di Riferimento

Metodo Bobath  (www.bobath-ndt.com)
Metodo Perfetti – Puccini (Esercizio Terapeutico Conoscitivo) (www.riabilitazioneneurocognitiva.it)
Metodo Kabat ( www.aidbitalia.com)
Metodo Vojta (www.centrovojta.com)